Le statistiche dell'ASPS sugli interventi di chirurgia estetica più diffusi

L'associazione dei Medici Chirurghi d'America (ASPS) ha pubblicato le sue statistiche sugli interventi di chirurgia estetica più diffusi negli USA. Il lifting del volto è rientrato nella top 5, dopo un breve momento di declino. Ma la vera star di questi ultimi anni è il lipofilling.

L’ASPS mette in evidenza come il grasso sia infatti il trend del momento per il body shaping. Si tratta di grasso rimosso dai cuscinetti o da una liposuzione addominale, che può essere utilizzato per ringiovanire o aumentare il volume di altre parti del corpo, come il seno. I risultati sono più duraturi di quelli ottenuti con il filler, perché si tratta di grasso del paziente stesso.

Il lipofilling (auto-lipotrapianto) cosmetico ha registrato un incremento del 16% lo scorso anno; quello dei glutei ha fatto registrare un + 29%, mentre per il lipofilling del seno si può parlare di un boom, con un +72%.

Quasi tutte le procedure cosmetiche, negli USA, registrato comunque un’importante crescita del 6% nell’arco dell’ultimo anno. Nel 20167, sono state ben 19,2 milioni le procedure cosmetiche mini-invasive o chirurgiche effettuate negli Stati Uniti. Le procedure più amate sono quelle mini invasive, come miniliposuzioni di piccole aree. Questi trattamenti, pur non essendo interventi chirurgici veri e propri, vanno però comunque effettuati da personale specializzato.

Il 2017 ha visto la riscossa anche dei lifting facciali. Ecco la classifica degli interventi di chirurgia estetica più richiesti nel 2017:

1. Mastoplastica additiva
2. Liposuzione
3. Rinoplastica
4. Chirurgia palpebrale
5. Lifting facciali